sabato 25 ottobre 2014

TEATRONUOVO DI MI Lunedì 27 Ottobre 20.45

AL TEATRO NUOVO di MILANO - pzza san babila
 
Lunedì 27 Ottobre 20.45
Compagnia Nazionale di Raffaele Paganini Almatanz
presenta
CARMEN E CARMINA BURANA

CARMEN
Sangue, amore, morte, sono questi gli ingredienti di questo nuovo spettacolo.
Il sipario si apre con la scena finale e poi attraverso una voce narrante si snoda man mano come riavvolgendo simbolicamente un nastro,come in un flashback, fino alla scena iniziale. Credo che nell’immaginario collettivo, quando si parla della Carmen, la si associ a delle immagini immediate: zingari, ventagli, spagna, toreri e a tutto ciò che il melodramma di Bizet si porta dietro; ho quindi pensato di andare in profondità, di immaginare una Carmen e soprattutto gli altri personaggi con delle sfumature e dei profili completamente diversi o comunque mai rappresentati. Il rapporto che lega Josè a Carmen è quello distinto dalla consapevolezza dell’amore e del destino intesi come un’entità fatalmente predeterminata, che vive sapendo perfettamente di non poterla alterare.
Oltre all’intero ensemble della Compagnia Almatanz lo spettacolo proporrà come interpreti principali: Rolando Sarabia e Venus Villa due artisti di fama mondiale etoilès dell’American Ballet Theatre.
CARMINA BURANA
I carmina burana sono testi tedeschi del dodicesimo secolo, alcuni di questi testi o poesie furono musicate da C. Orff; ne venne fuori una partitura per soprano, tenore e baritono,orchestra e danzatori. Attraverso una lunga ricerca abbiamo individuato alcune poesie di natura profana e goliardica, ma tuttavia non sono poesie contro la chiesa come istituzione divina,anzi, il concetto è dato per scontato in ogni canto. Nessun canto attacca la chiesa ma solo i suoi membri corrotti. I versi saranno molteplici: dalle canzoni d’amore ad alto contenuto erotico, alle parodie blasfeme delle liturgie, fino ad un moralistico rifiuto della ricchezza e alla sferzante condanna verso i rappresentanti della chiesa ritenuti sempre e solo dediti alla ricerca del potere.
 
Poltrona verde: € 15,00 anziché € 49,50

Nessun commento:

Posta un commento

SE VOLETE ADERIRE AD UN'IZIATIVA LASCIATE UN COMMENTO